La gravidanza

Nove mesi per prepararsi

E’ un momento speciale, unico. E anche se la protagonista è la mamma, coinvolge la coppia al completo e dà l’avvio a fantasie e pensieri che condizioneranno tutta la gestione dell’evento.

Fin da subito, infatti, succedono tante cose sia nel feto che nella mamma e il futuro papà assiste un pò confuso a tutti questi piccoli cambiamenti. Nella coppia  i discorsi sono diversi e a volte ci si accorge di sognare ad occhi aperti, immaginae il volto di questo futuro piccoletto che da subito viene incluso nel sistema familiare.
E' così emozionante e particolare attendere l'arrivo di un bimbo che non è facile trovare le parole giuste he descrivono questo stato d'animo. Un pò sembra lontano e diverso da quello che si conosce, un pò sembra di essere calati da sempre in questa realtà, come se tutto fosse già dentro di noi stabilito, predefinito.

I cambiamenti
In maniera naturale e spontanea gli atteggiamenti e le attenzioni verso la mamma cambiano e i pensieri dei genitori e delle persone care a cui loro sono legati si modificano sulla base di quello che a breve si verificherà. Occorrono comunque tutti i nove mesi per abituarsi gradualmente a questo passaggio.

I Controlli
Si fanno le prime visite, con le ecografie si vede il profilo dei piccoli, si sente il battito. Che meraviglia osservare il nostro fagiolino tutto formato!

Le gioie e le ansie
Molte donne stanno in ansia, preoccupate per qualsiasi emozione o sensazione interna che possa compromettere la salute del nascituro. Così però passano tanto tempo in ospedale convinte che sia sempre un'emergenza e questa dimensione certo non aiuta alla serenità giornaliera.
Altre si godono di più ogni momento, sdrammatizzando e cercando di evitare troppo inutili allarmismi.

Alla ricerca dei consigli
Si comincia a parlare con amici o parenti che hanno già passato la situazione o si inizia a leggere, per saperne di più, perché certe cose che ci riguarderanno ci sono completamente sconosciute.
Siti che parlano di gravidanza e nascita dei figli sono tanti; ognuno si sofferma su alcuni aspetti e cerca di esaminare secondo diverse angolature quello che succede in questo periodo. Esistono anche dei gruppi di discussione ed  è facile andare su internet e cercare di rispondere alle proprie curiosità, vedere come altre hanno vissuto l’evento. Ecco alcuni esempi di siti da consultare:

www.gravidanzaonline.it

www.alfemminile.com

www.mammaepapa.it

Ci sono inoltre tanti bei libri sull'argomento.  In particolare, ce n'è uno secondo me molto interessante: Sheila Kitzinger “Il bambino, l’attesa e la nascita” Mondadori (acquistabile su www.ilgiardinodeilibri.it) che descrive nel dettaglio le varie fasi della gravidanza, ponendo l'accento sui veri bisogni del bambino e sulle risorse utili ai genitori per affrontare al meglio la nuova situazione che li vede in prima linea. La filosofia del testo, non è che bisogna essere perfetti o che non si deve assolutamente mai sbagliare, anzi si sottolinea la necessità per i coniugi di aiutarsi, collaborare e di individuare sempre le strade più vantaggiose per dare molto, ma anche per recuperare le energie.

L'adattamento delle informazioni alla nostra realtà
All’inizio non sembra neanche possibile che questo miracolo stia capitando proprio a noi. E quindi leggendo o confrontandosi, ci sembra tutto distante, ma gradualmente saranno proprio quelle considerazioni che ci ritorneranno alla mente e ci permetteranno di inquadrare con più facilità la nostra nuova realtà.

Date anche un'occhiata al sito www.paolosarti.it, che presenta diversi testi sulla gravidanza, la paternità e l'educazione dei neonati e offre tanti spunti di appofondimento. Alla fine di questo lavoro di consultazione sarà più facile estrapolare i dati per applicarli al proprio contesto.

 

 

 

 

 

 

Altre pagine