Spazio per i genitori

Un pò di tempo per sè aiuta a fare meglio il genitore

Anche mamma e papà hanno il diritto a vivere uno spazio personale. Non è facile quando bisogna gestire il lavoro, la casa e un bambino piccolo, ma il fine settimana un'oretta o due servono proprio.

Seguendo le indicazioni di Mellor C. ,"Come essere genitori felici", Ed Avallardi (su www.macrolibrarsi.it ) è giusto dopo le fatiche del primo anno con un bambino piccolo cercare di ritrovare un pò di equilibrio e godersi al vita, compreso un pò di scambio sociale.
Da un lato occorre un momento ad ognuno dei genitori, ma non bisogna dimenticarsi neppure del fatto che la coppia deve stare bene insieme senza i bambini, per chiacchierare, per parlare di sè, per confrontarsi senza doversi occupare di altro. E poi vedersi anche con altre coppie, riuscire ad avere un confronto e fare cose insieme, serve per allentare il peso delle responsabilità quotidiane.

Ogni tanto l'aiuto dei nonni è utile; se non è possibile allora si deve cercare di approfittare del tempo in cui il piccolo riposa (o nel pomeriggio o la sera presto), oppure chiedere una mano ad una amica o una baby sitter.

Qualche momento di relax anche per i propri progetti
Io e mio marito ci siamo sempre dovuti organizzare per seguire i figli perchè i nostri genitori sono lontani, ma abbiamo cercato comunque di lasciarci piccoli spazi per respirare. Mio marito si è riservato del tempo per qualche sua passione (formula 1, letture) e io spesso la domenica mattina con delle amiche sono andata e tuttora vado, a camminare o a correre. E come mi è possibile approfondisco mio conoscenza nel campo della psicologia e scrivo. Questo sito è frutto di tante cose che mi sono appuntata negli anni e che ho vissuto direttamente crecendo i bimbi.
A proposito di questo, mi viene in mente un film molto carino sulla maternità, che si intitola "il bello di essere mamma", con  Uma Thurman  (si può vedere la recensione o scaricare il film su www.ilcinemaniaco.com) che racconta di una donna madre di due bambini piccoli, sempre piena di impegni che desidererebbe tanto tornare a lavorare come scrittrice, in modo da sentirsi più soddisfatta e meno pressata dal suo ruolo di mamma. Mentre sta preparando la festa di compleanno di sua figlia scopre un concorso online di scrittura, il cui primo premio è quello di lavorare con una rivista sulla maternità e per partecipare deve mandare entro mezzanotte del giorno stesso. E' un'impresa complessa che la donna decide di intraprendere, ma non è semplice districarsi fra i mille impegni e contrattempi che incontra in questa caotica giornata.  E alla fine racconta di sè, di quello che vive e  grazie alla sua spontanieità e sincerità riesce ad ottenere quello che vuole.

Mai rinunciare a sè stessi: per dare bisogna possedere tante qualità
Coltivare i propri interessi e non rinunciare ad essere se stessi per occuparsi dei figli è un modo per ritrovare la propria dimensione personale, che favorisce la capacità di far emergere le proprie risorse e qualità, necessarie nel ruolo genitoriale. Pensare a qualcosa che ci piace, avere interessi tipo collezionare foto, oggetti particolari o leggere o fare del bricologe, sistemare il giardino o altro, serve per sentire che non tutto si "deve", ma si "vuole" fare.

Avete mai riflettutto su quello che fareste se aveste del tempo? Bè provate ad organizzarvi e fatelo in piccole dosi, un pò al giorno. Pian piano prenderà forma e ne sarete contenti.

Se ti va clicca parlaci delle tue idee.

Altre pagine