Gioco e interazione

L'esplorazione del mondo attraverso il gioco e la lettura 

I bambini crescendo acquistano tante nozioni sul mondo e hanno sempre più voglia di conoscere, sperimentare e ossevare quello che gli si pone davanti. Sono attratti da diversi giochi e gli piace inventarsi situazioni in cui svolgono i ruoli o degli adulti significativi o dei personaggi delle loro favole preferite o dei film più visti. Gli piace tanto giocare con gli animali della fattoria,  quelli della savana, i pesci, gli uccelli, i dinosauri. E che cura hanno nel metterli in ordine, in fila e nel disporli a terra come se veramente fossero nel loro ambiente naturale.

 

 

Fanno finta di pulire, di andare a lavorare, oppure guidano macchine, fanno i piloti degli aerei, portano a spasso i bambolotti, vanno a fare la spesa. Sono impegnati in tutte quelle attività che occupano solitamente il nostro tempo o seguono i nostri interessi. Se a papà piace guardare il calcio o la formula uno, non sarà difficile coinvolgere il bambino e se la mamma porta a spasso suo figlio e si fa aiutare a fare la spesa o a cucinare, è naturale che nei giochi tale sequenze vengano ripetute.

E' bene parlare tanto con i bambini a questa età, anticipare quello che si farà o illustrare i vari impegni. Gestire il tempo con obiettivi quotidiani, non lascia nel caos la giornata e fornisce sicurezza ai piccoli, che con una programmazione vivono meglio  le cose da fare. 

Tanti giochi, tante opportunità
Esistono moltissimi giochi educativi; basta avere voglia di cercarli e si trova di tutto. La Clementoni offre svariate categorie, giochi creativi, scientifici, giochi da tavolo. A tre anni vanno bene tutti quelli che servono per imparare parole, animali e i loro ambienti, numeri.

Molto istruttivi sono anche i computer, che facilitano attraverso l'ascolto e l'esercizio, l'assimilazione di tante conoscenze. Su www.clementoni.it sono presentati vari modelli.

Nei libri si trovano molte indicazioni
In molti testi vengono espresse in maniera scherzosa alcune regole sui comportamenti più giusti in varie circostanze. Con occhio attento alcuni autori si soffermano sui capricci, sulle paure e sui bisogni dei bambini e attraverso le vicende di pupazzi e personaggi fantastici aiutano a fornire ai piccoli tante informazioni su cose da fare e cose da evitare o correggere.

C'è posta per il bimbo: libri e giornali da leggere
Come già nelle varie fasi di crecita, le lettura è una buona occasione per parlare, identificare situazioni e vivere emozioni, in modo da far emergere dubbi e chiarirli.

Può essere utile fare qualche abbonamento ad una rivista per bambini, che con giochi divertenti, storie illustrate e raccontate ci offre lo spunto per trasmettere tante informazioni ai nostri tesori sulla realtà che ogni giorno vivono. Ce ne sono iverse, di Topolino, Winnie de Pooh, delle Wink  e delle Principesseo di Cars. Ad ognuno quello che più sembra adatto.
Daniele il nostro primogenito, che ora ha 5 anni, si è appasionato fin da 18 mesi alle storie della Pimpa (www.francopaniniragazzi.it). Ora ogni mese riceve la sua copia ed è sempre felice di sfogliarla.
Per caso ci avevano regalato un numero in libreria e poi voleva sempre che gliela leggessimo. E' stato bello per lui ricevere qualcosa per posta  indirizzato a suo nome!

 

Letture in biblioteca
Può essere anche piacevole portare i bambini in biblioteca e fargli scegliere dei testi che loro vorrebbero guardare, sfogliare o farsi leggere.

In molte strutture comunali vengono realizate diverse iniziative volte a divulgare l'importanza di far conoscere i libri ai bambini.

Ad esempio, "Nati per leggere" (www. natiperleggere.it) è una bella iniziativa che è attiva a livello nazionale ed è nata dalla collaborazione di pediatri e bibliotecari e che consiste in letture ad alta voce per bamini dai 6 mesi ai 6 anni e che viene svolta in biblioteca una o due volte al mese. E' una grande opportunità che che punta a trasmettere ai bambini il bello dl leggere, del ritrovarsi insieme in gruppo e dell'imparare tante nuove storie.
Ho portato diverse volte i miei bimbi a questi incontri e si sono sempre divertiti, anche perchè di solito sono scelti racconti simpatici e le lettrici sono molto brave a coinvolgere i piccoli.

 

 


 

 

 

 

 

Altre pagine